LICENZIATO PERCHE’ GUARITO

L'Air Pullman ha comunicato a B.P. suo licenziamento.

Piccichè dopo un periodo di malattia molto grave, che lo ha portato a  chiedere all’azienda un periodo di  aspettativa non retribuita di 4 mesi, ora che è guarito ed in condizioni di poter rientrare al lavoro l’Air Pullman lo ha licenziato.

Lui dopo l’aspettativa essendo guarito vuole rientrare

Ma la direzione, incurante di ciò senza nessuno scrupolo di lasciare in mezzo una strada LUI e LA SUA FAMIGLIA lo licenzia.

La tesi aziendale è che il lavoratore abbia superato di pochissimo il periodo di comporto per malattia che un lavoratore con il CCNL può accumulare nell'arco di 3 anni lavorativi.

Oltre a non aver provveduto ai conteggi del periodo di malattia in modo corretto, perché Air Pullman ha concesso il periodo di aspettativa non retribuita per malattia per poi licenziarlo ?!

Dopo aver tentato di licenziare un lavoratore che ha compiuto 65 anni di età, dopo il licenziamento di Marco Perfetti, un altro licenziamento ingiusto ed arbitrario. 

È ORA DI DARE UN FRENO A QUESTE INGIUSTIZIE !!!
ADESSO BASTA, LA MISURA È COLMA!