Ufficiale giudiziario all’Airpullman per pignoramento beni

Marco P. illegittimamente licenziato per futili motivi dall’Airpullman Noleggi nel dicembre 2009 e reintegrato dal giudice del lavoro di Busto Arsizio con sentenza esecutiva il 16 marzo 2012, ad oggi non ha ancora ricevuto le 27 mensilità arretrate e le 15 come accordo con l’azienda per non rientrare e poter fare domanda di pensionamento.

Marco, Conducente di Bus, ex rappresentante scomodo della Cub Trasporti,  che ha ancora in sospeso alcune denunce, anche penali contro Airpullman riguardanti, tra l’altro, le pause pranzo non riconosciute dall’azienda e la Commissione di Garanzia per l’esercizio dello sciopero nei servizi essenziali, ha presentato decreto ingiuntivo e a breve si attende il pignoramento dei beni.

A 60 anni, senza stipendio dalla fine del 2009, senza lavoro e senza alcuna speranza di trovarlo, senza assegno di disoccupazione perché non ne ha più diritto, senza ancora la pensione perché l’azienda non si è messa in regola con i contributi come dovrebbe fare a campare?