Malpensa, scarafaggi in mensa. Un blitz dei Nas al terminal 2

Qualche lavoratore aveva segnalato la presenza degli sgraditi ospiti e, in effetti, le blatte c'erano, ben in vista sul pavimento dove corre il nastro trasportatore dei vassoi diretti al lavaggio. Lì accanto, c'è anche l'angolo riservato al pranzo dei bambini che frequentano il centro estivo di Sea.
«Possiamo solo rivolgerci agli organi competenti», dice Salvatore Ferla, rappresentante sindacale Usb Varese che fa parte della commissione mensa.
«Il regolamento prevede ispezioni anche programmate, come in qualsiasi mensa, ma a Malpensa non avvengono. Anzi, sono stato pure diffidato da Sea a compiere ispezioni in assenza dell'approvazione dell'intera commissione». Così da agosto dell'anno scorso, dall'insediamento della commissione, non c'è mai stata alcuna ispezione.
Giovedì scorso sono intervenuti i Nas che renderanno quindi noti i problemi alla mensa del T2, da qualche mese gestita dalla Serist servizi ristorazione srl di Milano che, da oltre un anno, ha in mano anche la mensa aziendale del terminal 1. Ci mangiano in tutto 3.500 lavoratori Sea.
«Sarebbe inoltre importante verificare se c'è personale a sufficienza in mensa, sia rispetto al contratto d'appalto, sia per le attività da svolgere, in particolar modo nella pulizia dei locali», annota Ferla.
Ieri, è stato impossibile contattare qualcuno della Serist: negli uffici di Milano i telefoni hanno squillato a lungo.