NIENTE DI PIU’ FALSO
In data 30-10-07, in vista delle elezioni delle RSU e RLS, previste per l’inizio di dicembre, abbiamo comunicato il nominativo del rappresentante nella commissione elettorale (Bazzi Antonio) ed abbiamo invitato tutte le organizzazioni sindacali a sospendere ogni trattativa con Hupac prima del voto di tutti i lavoratori, per non delegittimare i nuovi eletti.

ABBIAMO QUINDI SEMPLICEMENTE CHIESTO DI SOSPENDERE TUTTE LE TRATTATIVE, PER EVITARE CHE QUALCUNO VADA IN AZIENDA A TRATTARE A NOME DEI LAVORATORI PRIMA CHE SI VOTI.
APPENA ELETTI I NUOVI DELEGATI, QUESTI SARANNO ABILITATI A TRATTARE CON L’HUPAC.

In riferimento all’accordo su “Danni Ritardi e Abilitazioni”, a tutti i lavoratori ed a qualche sindacalista smemorato, ricordiamo:
Che l’accordo in questione è stato siglato il 18/2/2005, ed è stato rinnovato lo scorso 14/2/2007. Ci sembra alquanto strano che detto accordo che viene rinnovato ad ogni febbraio, quest’anno si deve rinnovato a novembre. Forse qualcuno voleva andare velocemente al rinnovo per poi farsi bello con i lavoratori, per prendere qualche voto in più ? Oppure fare l’ennesimo accordo senza dire niente ai lavoratori ?
Che non è vero, che i lavoratori non percepiranno nessun incremento economico. È esattamente il contrario.  Dopo che finalmente i lavoratori avranno votato i loro delegati, questi inizieranno la trattativa con l’azienda. Forti anche del consenso dei lavoratori.

ANCHE IN HUPAC SI VOTANO I DELEGATI
Lo scorso 25 giugno, abbiamo aperto la procedura per eleggere le RSU (rappresentanze sindacali unitarie) e le RLS (rappresentanze lavoratori sicurezza). Dopo aver dovuto minacciato di procedere legalmente, con gli altri sindacati che non volevano far votare i lavoratori, come in tutte le aziende italiane, ora si vota.
Nella riunione degli iscritti del 27 ottobre scorso, abbiamo deciso:
I candidati operai per le elezioni, che sono: Bucceri Andrea, La Marca Salvatore, Pirilli Claudio, Santarcangelo Angelo. Se ci sono altri lavoratori, anche impiegati, che si vogliono candidare, lo possono fare comunicandoci il nome.
Che nessun accordo sarà da noi firmato prima che tutti i lavoratori lo abbiano discusso ed accettato.
Che compito dei nostri eletti sarà quello di affrontare i numerosi problemi dei lavoratori, (anticipo infortunio, orari, distribuzione busta paga, inquadramento professionale, carenza di personale a terra, ecc. ecc.) che nessuno per anni non ha mai affrontato.
FORSE è QUESTO CHE DA FASTIDIO A CGIL-CISL-UIL, NON POTER Più CONTINUARE A DECIDERE SENZA CONSULTARE I LAVORATORI

13 novembre 2007