SCIOPERO DI TUTTI I FERROVIERI

dalle ore 9.00 alle ore 13.00 di domenica 28 gennaio 2018

L’incidente ferroviario di Seggiano-Pioltello del 25 gennaio che è costato la vita a 3 pendolari chiama giustizia e l'impegno determinato di tutti i ferrovieri in favore della sicurezza del servizio, del lavoro e degli utenti.

Non è tollerabile la perdita continua di vite umane lungo i binari nonostante miliardi di euro spesi sulla infrastruttura ferroviaria ogni anno.

Lo squilibrio di fondi utilizzati a favore del servizio alta velocità rispetto al trasporto regionale, deve essere fermato e rivisto.

L'abbandono delle stazioni e la riduzione di personale sui convogli rappresenta un altro fattore di rischio, prodotto dal susseguirsi di corse al ribasso e di piani industriali speculari alla privatizzazione e all'abbattimento dei costi, infatti meno personale atto al controllo del servizio, equivale ad una minore possibilità di rilevare un problema di sicurezza sui convogli e sulla rete ferroviaria.

Occorre mobilitarsi come ferrovieri per pretendere una cultura della sicurezza che prescinda dalle logiche del profitto e riscatti una qualità del trasporto ferroviario a misura di pendolari e lavoratori.

Pertanto proclamiamo 4 h sciopero dalle ore 9.00 alle ore 13.00 di domenica 28 gennaio 2018 del trasporto ferroviario viaggiatori e merci, per il personale delle aziende del comparto ferroviario nazionale: Gruppo FSI S.p.a., Trenitalia S.p.a., RFI S.p.a., Mercitalia Rail S.r.l., Serfer–Servizi Ferroviari S.r.l., Trenord S.r.l.

LO SCIOPERO È COSÌ ARTICOLATO:

  • · Lavoratori di esercizio e turnisti di lavorazioni alla circolazione treni, dalle ore 9.00 alle ore 13.00.
  • · Lavoratori di impianti fissi e turnisti di lavorazioni non attinenti la circolazione treni, ultime 4 ore della giornata/turno mattutino.

CUBTrasporti-ConfederazioneUnitariadiBase