Multato l'aeroporto di Linate: troppo rumore

Settecentocinquanta mila euro di risarcimento alle famiglie del quartiere Redecesio di Segrate per le notti insonni e le crisi d'ansia

Il tribunale di Milano (sezione civile) ha riconosciuto agli abitanti del quartire Redecesio (Segrate) - quello sopra il quale vola la maggior parte degli aerei dell'aereoporto di Linate - un risarcimento (settecentocinquanta mila euro a ventinove famiglie) per danni: notti insonni, stress, crisi d'ansia. Colpa del troppo rumore dei velivoli. Così è arrivata la condanna per Enac, ministero dei Trasporti e Sea (la società che gestisce Linate e Malpensa).
Il giudice ha riconosciuto la "lesione dell´integrità psicofisica degli attori", riconoscendo il risarcimento a 27 cittadini (dai 14 mila ai 40 mila euro) e ad altri due la liquidazione delle spese per serramenti e climatizzatori.

Già nel 2007 i residenti chiesero un intervento al giudice, che aveva ordinato al ministero dei Trasporti e ad Enac di adottare, entro nove mesi, le misure tecniche necessarie per ridurre il rumore a Redecesio. Allora alcuni voli vennero spostati verso altri aeroporti, con una riduzione del rumore, ma anche proteste e problemi in altri comuni. Un anno dopo, l'interruzione di quella sperimentazione. E rumori che, in alcuni casi, superavano anche i 90 decibel (quando il limite era di 68).